MUMZINE N. 3 – il periodico di Professionemamma.net

PROTARE UN BIMBO IN FASCIA

I BENEFICI DELL’ALTO CONTATTO

per genitori e bambini

a cura della Dott.ssa Federica Mattei

Perché portare un figlio a contatto?

Perché fa bene sia a noi che al piccolo, a livello psichico e fisico.

Perché ci facilita la vita ed è un’esperienza bella e divertante.

Perché ci insegna ad ascoltarlo e ad ascoltarci di più, ad accettare i nostri limiti ed i suoi e possibilmente a superarli insieme.

Soprattutto perché proveremo l’esperienza impagabile dell’essere uniti in un legame psicofisico profondo che durerà anche quando nostro figlio “camminerà sulle sue gambe”.

portare un bimbo in fasciaIn tutto il mondo fin dall’alba dei tempi i bambini vengono portati sul corpo dei genitori o dei fratelli più grandi sorretti con le braccia o, molto più comodamente, tramite supporti quali fasce, amache o imbragature di tessuto, ceste, reti, culle con i manici e altri ausili.

Questo metodo viene ancora utilizzato in gran parte del sud del mondo mentre (purtroppo) nel corso dei secoli in Italia e in Europa si è perso essendosi lentamente insinuato l’assurdo convincimento che portare un bambino addosso sia un modo di “viziarlo” e di compromettere la formazione del suo carattere e della sua autonomia.

Questa convinzione errata probabilmente è nata dal fatto che tutti sanno che un bambino dorme beatamente in braccio e si risveglia non appena viene messo nella culla.  E’  una reazione data dal suo istinto di sopravvivenza: in natura lontani dai genitori si è in pericolo di vita, bisogna piangere per richiamarli e farsi prendere in braccio.

E’ perciò sano e normale che un neonato abbia questo comportamento.

Il contatto pelle a pelle porta innumerevoli benefici sia alla madre (che ha una migliore e più prolungata lattazione e cade meno nella depressione post-partum), sia al padre (che si sente realizzato come care-giver competente), ma soprattutto al bambino che può compiere felicemente la sua esogestazione, piange molto meno, ha un maggiore incremento ponderale, meno coliche gassose e soprattutto molti benefici psicofisici.

Scarica il numero completo cliccando qui.

Lascia un commento