What the health, film documentario prodotto e diretto da Kip Andersen e Keegan Kuhn, gli stessi registi di Couspiracywhat the health

«Lascia che il cibo sia la tua medicina e che la medicina sia il tuo cibo.»

Ippocrate

«In tutto il mondo ci sono 315 milioni di persone con il diabete. Non c’è dubbio che siamo nel bel mezzo di una epidemia diabetica. In questo momento 1 dollaro su 3 dell’assistenza agli anziani è speso per la cura di diabetici. 1 dollaro su 10 della spesa sanitaria totale è speso per la cura di diabetici. Non c’è dubbio che sia un grosso problema.

Qual è in particolare la correlazione tra dieta e diabete?

Non entrerò nel merito.»

Così apre il film documentario What the health.

Il medico che afferma come esista una vera epidemia di diabete è il Dr. Robert Ratner (American Diabetes Association), lo stesso che rifiuta di entrare nel merito delle correlazioni tra la malattia e la dieta.

Esistono correlazioni tra dieta e malattie?

Kip Andersen, regista di San Francisco, ci conduce lungo la sua ricerca degli elementi necessari ad una vita sana. Kip ha una storia familiare di malattie come il cancro e il diabete e le malattie cardiache. Da sempre si adopera per cercare di ridurre i suoi rischi di ammalarsi e segue le raccomandazioni di diversi riferimenti come American Cancer Society, American Heart Association, American Diabetes Association.

Un giorno però incorcia una notizia al telegiornale:

«…l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha classificato come cancerogene le carni lavorate come bacon e salsiccia, dirette responsabili nel causare cancro negli uomini. (…)

L’OMS ha visto 800 studi di 10 paesi diversi trovando un legame diretto tra consumo di carne lavorata e cancro.»

L’OMS classifica la carne lavorata come cancerogeno di Gruppo Uno, insieme alle sigarette, l’amianto e il plutonio.

Realizza che è come se avesse fumato fin dalla sua infanzia e si chiede come sia possibile che se le carni lavorate hanno lo stesso grado di pericolosità delle sigarette, non siano etichettate con le stesse avvertenze delle sigarette.

Perché se le carni lavorate sono tanto pericolose, l’American Cancer Society non ne fa menzione?

Non solo non ne fa menzione, ma nella sezione Mangia sano del suo sito, incoraggia a nutrirsi di carni lavorate, cancerogene del Gruppo Uno.

Kip prosegue nella sua ricerca, intervista persone comuni, affette da malattie ormai ad uno stadio talmente avanzato da essere invalidanti: diabete, asma, cancro alla tiroide…

Intervista diversi medici desiderosi di parlare delle correlazioni tra dieta e malattie:

«Il diabete, l’artrite, le malattie cardiache, la demenza, l’obesità, i cancri, sono circa il 70% delle morti. Tutti i dati indicano che quel 70% e la morbilità sono molto legati allo stile di vita e sono evitabili.»

«Se potessi inviare un messaggio ai ricercatori che stanno cercando la causa del diabete, la causa delle arterie ostruite, la causa dell’alta pressione sanguigna e la causa dell’obesità, vorrei dare loro la risposta in tre parole: è il cibo!»

Kip prova a raggiungere i referenti delle maggiori Associazioni che si adoperano per prevenire e curare cancro, diabete e malattie cardiache. Ci prova, ma perché non ci riesce?

La risposta è sempre la stessa: è sufficiente seguire la scia del denaro.

Sotto accusa non c’è solo la carne lavorata, di base occorre porsi una domanda all’apparenza stravagante: la nostra è una specie onnivora?

Trovate What the health su Netflix (cliccando qui).

 

Lascia un commento