Prima di sposarmi avevo sei teorie circa l’educazione dei figli. Ora, ho sei figli e nessuna teoria

John Wilmot

Se non esistessero i genitori non ci sarebbe nemmeno la psicanalisi.

Anonimo

Avere bambini non ti rende un genitore più di quanto avere un piano non faccia di te un pianista

 Michael Levine

Gli affetti costituiscono la prima forma di conoscenza del mondo acquisita dai bambini

J. Bowlby

Insegnare ad un bambino a non calpestare un bruco è importante per il bambino come per il bruco

Le forze dell’uomo e della donna impegnate nella produzione di beni materiali contano come attivo in tutti i nostri indici economici. Le forze dell’uomo e della donna dedicate alla produzione, nella propria casa, di bambini sani, felici e fiduciosi in se stessi non contano affatto. Abbiamo creato un mondo a rovescio.

J. Bowlby

La madre non può imparare a fare ciò di cui il bambino ha bisogno né dai libri, né dalle infermiere, né dai medici. …. Deve sapere queste cose a un livello più profondo e non necessariamente con quella parte della mente che dispone di parole per tutto. Le cose fondamentali che una madre fa con il suo bambino non si possono fare con le parole. Ciò è del tutto ovvio, ma è anche molto facile da dimenticare.

D. W. Winnicott

Per i bambini piccoli, essere portati, cullati, accarezzati, essere tenuti, massaggiati sono tutti nutrimenti indispensabili, come le vitamine, i sali minerali e le proteine, se non di più. Se viene privato di tutto questo e del’odore, del calore e della voce della madre che conosce bene, il bambino, anche se gonfio di latte, si lascerà morire di fame

F. Leboyer

Quando i gruppi umani avranno ritrovato la loro funzione di proteggere la madre e il suo bambino, invece di immischiarsi nel loro rapporto, l’umanizzazione verrà. La madre utilizzerà la libertà delle braccia e delle mani caratteristica della nostra specie…scoprirà il piacere di cullare. La madre saprà accompagnare il ritmo del cullare con suoni melodiosi, con le parole…rinascerà la vera lingua materna…quella delle ninne nanne

M. Odent

E’ possibile che una società nella quale i genitori dei bambini piccoli vengono abbandonati a se stessi, in una cronica insufficienza di aiuto, consideri questo stato di cose come normale.

J. Bowlby

Le mamme sanno già tutto, ma non lo sanno. Noi dobbiamo convincerle che loro sanno partorire e i loro neonati sanno nascere.

L. Braibanti

Non esistono grandi scoperte né reale progresso finché sulla terra esiste un bambino infelice.

A. Einstein

Il prototipo di tutto il prendersi cura del bambino è nel tenerlo in braccio.

D.W.Winnicott

Non c’è nulla di nuovo sotto il sole, nulla di nuovo nell’eterna, futile vicenda della nascita e della morte, fuorché appunto questa piccola cosa straordinariamente importante: che tu sei qui.

W. Whitman

Dite: è faticoso frequentare i bambini. Avete ragione.
Poi aggiungete: perché bisogna mettersi al loro livello, abbassarsi, inclinarsi, curvarsi, farsi piccoli.
Ora avete torto.
Non è questo che più stanca. E’ piuttosto il fatto di essere obbligati a innalzarsi fino all’altezza dei loro sentimenti. Tirarsi, allungarsi, alzarsi sulla punta dei piedi.
Per non ferirli.

J. Korczak

Accadrà spesso che persone sconsiderate cerchino di insegnarvi come fare le cose che voi siete in grado di fare meglio di quanto chiunque altro possa mai insegnarvi a fare.
Se siete convinte di ciò, potete anche cominciare ad aumentare la vostra capacità di madri imparando da sole le cose che possono esservi insegnate. È mia opinione che non ci sia bisogno di dire alle madri che cosa devono fare o come devono essere. Ciò che possiamo fare è non interferire.

D. Winnicott

Quando una donna ha vent’anni, un figlio la deforma; quando ne ha trenta, la conserva; quando ne ha quaranta la ringiovanisce.

Léon Blum

Quando i genitori fanno troppo per i loro figli, i figli non faranno abbastanza per se stessi.

Elbert Hubbard, The Notebook

 Il genitore deve resistere all’impulso di cercare di costruire il figlio che lui vorrebbe avere, e aiutarlo invece a sviluppare appieno, secondo i suoi ritmi, le sue potenzialità, a diventare quello che lui vuole essere, in armonia con al sua dotazione naturale e come risultante della sua individualissima storia.

Bruno Bettelheim, Un genitore quasi perfetto