Basta con sta storia che siamo per metà nostra madre e per metà nostro padre, ché se per disgrazia uno dei due è un pessimo genitore (o peggio entrambi) ci tocca essere pessimi a metà (o del tutto).

Basta con sta storia che sta al genitore “con più risorse” rendere migliore il genitore pessimo, ché altrimenti sto povero figlio resterà pessimo a metà per sempre.

Basta con sta storia che il genitore “con più risorse” deve superare qualunque vessazione, violenza, cattiveria subite, per salvare l’altro, pena la condanna della metà di suo figlio.

Basta e basta e basta.

Capita di far male i conti e ritrovarsi a condividere un figlio con una persona che avremmo sperato migliore. Capita. 

Ma quel figlio non sarà una brutta persona perché ha un genitore pessimo.

No: avere genitori pessimi non è una condanna. I genitori ci danno un mucchio di geni combinati, come risuonino quei geni dipende dall’ambiente e da noi. Se l’ambiente sarà rispettoso, affettuoso, fiducioso, armonioso, allora quei geni avranno migliori opportunità di risuonare fantasticamente. 

Capita anche che risuonino fantasticamente pur essendo cresciuti in un ambiente pessimo, perché la quantità di risorse contenute in un figlio non la fa il genitore e il suo pacchetto di DNA, per fortuna.

Capita che da genitori per costruire un buon ambiente, ci si debba separare dalla persona che speravamo migliore. Capita.
Capita anche che la separazione non renda migliore la persona da cui ci siamo separati. Capita.
E non è compito nostro renderla migliore. 

Compito nostro è continuare ad avere cura dei nostri figli, offrendo loro il meglio di noi. Mostrando loro che accade di sbagliare, ma il nostro punto di forza è quanto e come ci adoperiamo per tentare di rimediare. 

I genitori sono umani e fallibili, si muovono maldestramente in un territorio sconnesso, fatto del loro essere stati figli, del loro essere diventati adulti incastrati in un mucchio di sovrastrutture e del loro essere ora genitori.
I genitori commettono errori, tuttavia ciò che conta è la loro capacità di riparare. Riparare ai loro errori. I loro. Non di tutti, altrimenti è colpa loro se i figli bla, bla, bla. 

Basta e basta e basta con la colpevolizzazione dei genitori non supereroi che non salvano i pessimi, offrendo ai figli la favola di un mondo che non è. Ci sono genitori che ce la mettono tutta e genitori che nonostante tutto non ce la fanno: questa è la realtà. Capita. Ma i figli possono farcela lo stesso. 

Questo devono sapere i figli! 

I figli sono il 100% di loro stessi e ce la possono fare, nonostante i loro genitori. Perché sono altro da loro. I figli sono oltre. Solo loro possono scoprire fin dove sapranno arrivare, perché noi genitori, maldestri e incasinati come siamo, nemmeno ce lo possiamo immaginare. 

I figli ce la fanno!
I genitori un po’ meno. Alcuni per nulla. E ognuno è responsabile per sé.

genitori

Lascia un commento