5 consigli per iniziare la scuola

Mumzine N. 9 – il periodico di Professionemamma.net 5 consigli per iniziare la scuola col piede giusto a cura della Dott.ssa Alice Righetti Settembre è arrivato: è tempo di salutare …

Come parlare di lutto perinatale ai bambini della scuola dell’infanzia, a cura di Lucia Silvia Licata

Mumzine N. 6 – il periodico di Professionemamma.net Come parlare di lutto perinatale ai bambini della Scuola dell’Infanzia a cura della Dottoressa Lucia Silvia Licata Immaginiamo che in una Scuola …

Assemblea d’Istituto – Stiamo freschi

«Il 22 ci sarà Assemblea d’Istituto, ci hanno abbinato al triennio per partecipare ad un incontro al Cantero (il Teatro di Chiavari, ndr), il tema è Giulio Regeni: saranno presenti …

Mamma Vegan: faccio outing…

Mamma Vegan: la mamma della nuova famiglia vegana, che vegana non è. Questa estate è avvenuto quel che noi definiamo: Il Cambiamento (con la “C” maiuscola!). Si tratta di un …

A scuola di vita

Eh sì che oggi possiamo dirlo forte: ci si è messa pure la Fornero a render grama la vita dei liceali! Come? Beh, è molto semplice: obbliga un insegnante a …

Vita da pecore

Anelavo al 20 giugno come fa l’assetato in pieno deserto allo scorgere dell’oasi. Quest’anno è stato anno di esami e l’adrenalina si è protratta ben oltre l’ultimo giorno di scuola. …

Quando Rabbia è diveritirsi insieme

rabbia

Si riconosce? Lui è Rabbia, il mattone sparafuoco di Inside Out.

Inside Out: un film che amo! Che amiamo tutti, in verità.

E’ raro, eppure qualche volta accade che i compiti si trasformino in un bel momento di condivisione.

Questa volta la meta era costruire con materiale di recupero, il soggetto disegnato sull’A4 ruvido.

Di questi tempi, in cui Inside Out fa da sottofondo almeno qualche ora al giorno, è stato facile per la futura (nemmeno troppo) esaminanda di terza media (ops! Scusate l’arretratezza…) dell’ultima classe della scuola secondaria di primo grado (che quando avrò finito di pronunciarlo si starà per laureare) scovare il soggetto perfetto. Poi le cose son venute da sé: galeotto fu il cartone rosso del panettone! Per altro il panettone resta intonso, ma privato della sua custodia. Poi tovaglioli, diversi. L’appena trascorso Natale ha agevolato sul rosso, gli altri colori azzeccati sono pura fortuna.

Vogliamo parlare della cravatta?

E che dire delle scarpe in pura plastica di sacco della spazzatura condominiale?

Ci siamo divertite e lo abbiamo fatto insieme.

Ecco, quando la scuola riesce ad insegnare, coinvolgere, generare idee, estro, creatività e oggetti (discutibilmente belli) che saranno ricordati anche ai posteri, allora si può dire che stia compiendo un ottimo lavoro!

Dalla teoria alla pratica, passando fra le contraddizioni

Dice: “Il bambino va rispettato nei tempi e negli spazi.” Quale bambino va rispettato? Cioè, quale dei tre? Perché se rispetto i bisogni di uno, scombino i diritti di un …

Non è posto per mamme!

  “Mamma, perché te ne vai?” “Me ne vado perché l’asilo non è posto per mamme… Lì non ci sono mamme: ci siete voi bambini e le vostre maestre. Insieme …